Sting m’hai provocato, io me te tolgo …!

Reading Time: 2 minutes

È la notizia del giorno, non tanto perché bizzarra visto il protagonista, Sting il bolso ex cantante e leader dei Police, quanto perché se guardato dal punto di vista delle web radio a cui è chiesto di tutto e di più per poter trasmettere musica anche solo per passione, questa davvero è un po’ come la classica goccia che fa traboccare il vaso.
Voglio dire, a tutto c’è un limite, sarà anche terapeutico, sarà che quelli sono tuoi ospiti, sarà anche una nuova trovata pubblicitaria ma se durante la “cura”, qualcuno si fa male? E come giustifichiamo questa terapia, se crea concorrenza sleale verso chi, le olive per commercializzarle le deve pagare?
Forse più che Albertone, si doveva citare il personaggio della anziana signora inglese interpretata da Montesano, certamente guardando scena, avrebbe esclamato: “Pitttttorescoooo”

Radio Atlantide, proprio ora sta eliminando dalla sua programmazione musicale, ogni traccia firmata Sting e Police.

Un Americano a Roma - Maccaroni
Un Americano a Roma – Maccaroni

La stessa iniziativa che presto prenderà nei confronti della cosiddetta “musica indie italiana” che da mesi per mano dei produttori, sta  esercitando pressioni sul governo a caccia di finanziamenti e “quote musica” senza averne merito e con motivazioni tanto bizzarre e medioevali quanto la trovata di Sting.

Evidentemente i finanziamenti al cinema, gli aumenti delle tasse per la copia privata, le tante agevolazioni già ottenute non sono sufficienti. Basta pronunciare la parola magica “cultura” e, senza dimostrare di farne parte, si pensa di avere privilegi mascheratati da diritti.

Radio Atlantide ha detto basta!