fbpx

Santo Niente – Il tour d’addio, stasera a Bologna

12 settembre 2014 News
Santo Niente

Confesso che in fondo speravo Umberto ci ripensasse e si fosse solo inventato qualcosa per supportare il nuovo ultimo e bellissimo “Mare Tranquillitatis”.
Invece no, Umberto Palazzo ha deciso di “dargliela sù”, dopo aver preso atto che con l’ultimo “Mare Tranquillitatis”  ed anche con il precedente, ottimo “Canzoni della Notte e della Controra” non era seguita nessuna richiesta di concerti ne altro. Un totale disinteresse.

Dal  suo profilo Facebook fa sapere che chiuderà con la carriera di “rockstar”, con un ultimo tour d’addio insieme a Santo Niente e per chi sta a Bologna o comunque ha   intenzione d’esserci, la sera è questa:
venerdì 12 settembre 2014 al Locomotiv Club con “VENTI ANNI DI JACK FRUSCIANTE feat. DIAFRAMMA e SANTO NIENTE live, reading di ENRICO BRIZZI @ LOCOMOTIV CLUB

Santo Niente

Sono tra quelli che sperano Umberto riveda questa decisione anche se, non si può non condividere l’analisi che fa sulla situazione della musica in Italia che lo ha portato a smettere di scrivere. Sembra quasi un paradosso ma le vicende di Sting prima e soprattutto degli U2 con l’ultimo loro album, spiegano bene cosa deve sopportare un artista interessato al contenuto e non alla forma. È lo stesso Palazzo che, nel suo stile abrasivo ma chiaro lo fa capire, e facendo l’unica cosa giusta da fare, mettere in moto il confronto tra teste pensanti, cioè:

“Se non avete capito cosa ci sia di tanto ripugnante nell’ultima mossa degli U2 ma avete intuito che la faccenda è piuttosto malata, anche se non riuscite a capire esattamente cosa vi provoca quel prurito alle mani, la risposta è: le megastar non fanno più dischi per venderli al pubblico, ma per venderli a multinazionali a cui servono gadget da allegare ai loro prodotti, quindi KILL’EM ALL” [Umberto Palazzo]

Massimo Siddi

Una vita dedicata alla radio e al mondo dell'intrattenimento e spettacolo. Esordisce giovanissimo nel 1977 in una piccola radio del bolognese (Radio Centrale International) per poi entrare a far parte di molte importanti radio locali bolognesi e non come Radio PlayStudio, Ciao Radio, Punto Radio Bologna, LatteMiele l'Italiana, Radio Malibù, MondoRadio Network, Radio Bologna Uno, Radio Città Fujiko 103.1. È stato uno dei DJ del mitico Q.BO' di Bologna, primo locale multimediale in Italia che ha preceduto e influenzato la scena "clubbing" degli anni '90. Da sempre alternativo al modo "classico" di proporsi in radio, affronta le sue trasmissioni sempre e solo in modo espressivo. Chi lo ascolta in radio, sa che se un disco è nuovo, prima lo suona lui.Fondatore di Radio Atlantide, autore e conduttore de LNWSI La New Wave Sono Io! in onda su Radio Atlantide e in FM su Radio Città Fujiko 103.1 di Bologna. Co-Founder di CONNECT(ED) PEOPLE Un Progetto per Mettere in Comunicazione le Persone.

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterFacebookGoogle Plus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.