La #HitBOX di luglio per LNWSI La New Wave Sono Io!

Ogni settimana Alice, ci porta nel paese delle meraviglie, nella #HitBOX, lo scatolone delle novità de LNWSI La New Wave Sono Io! che nel mese di luglio si è rivelato particolarmente ricco.
I veri dominatori del mese sono stati gli Arcade Fire, di cui vi ho diffusamente parlato QUI ma molti altri ci hanno lasciato qualcosa da portarci in viaggio o in vacanza. Uno di questi è Steven Wilson.

Durante i nostri appuntamenti del sabato sera con LNWSI La New Wave Sono Io! ho più volte sottolineato come il talento pop di Steven Wilson, raggiunga momenti altissimi una volta liberatosi dai confini del suo progetto ‘Porcupine Tree‘, il quale per altro, resta sempre in pista.
L’album completo, ‘To the Bone‘, lo avremo solo il 18 agosto ma intanto nella #HitBOX   de LNWSI! e nella programmazione di Radio Atlantide, sono finite dentro ‘Pariah feat. Ninet Tayeb‘, ‘The Same Asylum As Before‘, ‘Song of I (feat. Sophie Hunger)’ e ‘Permanating‘ di gran lunga la nostra più suonata.

Nella puntata dell’8 luglio abbiamo trovato conferma della grandezza di Ghostpoet, un’artista di frontiera se mi si passa la definizione, tra il rap alternativo e il dark, una miscela pazzesca e di cui avevamo già apprezzato il suono in Massive Attack in ‘The Spoils‘ con ‘Come Near Me‘ e in alcuni episodi degli album di alt-J.
‘Immigrant Boogie’ è stata la prima anticipazione  di ‘Dark Days + Canapés‘ (in uscita il 18 agosto) ma quella che più di altre si è messa in luce da questo lavoro dell’artista inglese, è ‘Freakshow
ma è stata la metà del mese di luglio a riservarci la sorpresa migliore nei capitoli de LNWSI! dedicati alla #HitBOX. E ci ha preso quasi alla sprovvista perché, ravanando nella sezione elettronica, non ci aspettavamo  una brano, un album di una tale bellezza. ‘Blue Train Lines‘ con King Krule, tratto da ‘Love What Survive‘ (in uscita a settembre) di Mount Kimbie è un vero miracolo sonoro e ci conferma quanto la musica nera stia impattando con suoni dell’altro emisfero, capaci di creare nuovi stili e generi. ‘Blue Train Lines‘ racconta la storia di Ishi, l’unico sopravvissuto al ‘Massacro di  Three Knolls‘ del 1895 che decimò la tribù indigena degli Yahi e lo fa, attraverso gli studi dei due antropologi che ne presero il corpo dopo la sua morte, avvenuta 5 anni dopo il massacro per le conseguenze della tubercolosi.
Non è il disco dell’anno perché al titolo è candidato ‘The Underside of Power‘  di Algiers ma di questo vi parlerò in un prossimo articolo.

Massimo Siddi

Massimo Siddi

Una vita dedicata alla radio e al mondo dell'intrattenimento e spettacolo. Esordisce giovanissimo nel 1977 in una piccola radio del bolognese (Radio Centrale International) per poi entrare a far parte di molte importanti radio locali bolognesi e non come Radio PlayStudio, Ciao Radio, Punto Radio Bologna, LatteMiele l'Italiana, Radio Malibù, MondoRadio Network, Radio Bologna Uno, Radio Città Fujiko 103.1. È stato uno dei DJ del mitico Q.BO' di Bologna, primo locale multimediale in Italia che ha preceduto e influenzato la scena "clubbing" degli anni '90. Da sempre alternativo al modo "classico" di proporsi in radio, affronta le sue trasmissioni sempre e solo in modo espressivo. Chi lo ascolta in radio, sa che se un disco è nuovo, prima lo suona lui. Fondatore di Radio Atlantide, autore e conduttore de LNWSI La New Wave Sono Io! in onda su Radio Atlantide e in FM su Radio Città Fujiko 103.1 di Bologna. Co-Founder di CONNECT(ED) PEOPLE Un Progetto per Mettere in Comunicazione le Persone.

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterFacebookGoogle Plus