Solo chi può sentirla trova la rotta. Nella Tana del Bianconiglio, la storia segreta di Radio Atlantide raccontata da Massimo Siddi

Ricapitolando perciò, da Radio Play Studio ci siamo spostati ai primi anni dei ’90 dove fingendomi Simona incontro Silvia che mi commissiona un numero zero televisivo di Città di Frontiera e che poi, a cavallo tra Radio LatteMiele e Paolo Monesi, si trasforma per diventare un progetto radiofonico ma sul satellite, sbarco nello spazio che non si concretizza per la decisione di investire su un canale TV ma ecco allora che con Mattia l’ambidestro, realizzo una demo totalmente fuori di testa da portare all’attenzione di una radio grossa, grossa di Roma.

La Musica è Ibrida [cit.] Massimo Siddi per Radio Atlantide “spiega” il Pumapardo.

Una provocazione tra il serio e il faceto per Radio Atlantide.
Lo dico subito così ti do la possibilità di scegliere lo spigolo di muro che preferisci: “La Musica è Ibrida! [cit.]”. Ok, dai ora posso continuare a scrivere queste righe dove in realtà vorrei raccontare una storia, che smonta questo assunto dell’ibridazione come se fosse un’auto ma anche lo conferma.

LNWSI La New Wave Sono Io! 18-11-2017 La Musica è morta, Viva la Musica!

La Musica è morta, Viva la Musica!
Sono i suoni ibridi, che a volte mischiano quei vecchi generi, mentre altre si incrociano in forme espressive diverse per creare qualcosa di inedito come ad esempio, nel audiovisual di iamamiwhoami aka jonnalee. Un melting pot di sottogeneri e stili, di strumenti e piattaforme che stanno generando qualcosa di sempre meno definito, un macro genere globale che conterrà un po’ tutto di quello che già conosciamo perché, a ricordarci la validità di quell’aforisma scolastico dove: “Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma“.